• Ascensori
    • Ascensore per passeggeri
      • Schindler 1000

        Con Schindler 1000 tutto diventa semplice. Facile da progettare e manutenere, è l’ascensore pratico, sicuro, elegante e resistente, pensato per offrire ancora più comfort, efficienza e stile a contesti residenziali di piccole e medie dimensioni.

      • Schindler 3000

        Una soluzione flessibile che unisce forma e funzionalità. Un ascensore versatile adattabile a varie tipologie di edificio e con un’eccezionale flessibilità per dimensioni di cabina, porte e vano.

      • Schindler 5000

        Con Schindler 5000 l’eccellenza dell’ingegneria svizzera incontra le più moderne tecnologie per assicurare la gestione di elevati volumi di passeggeri in tempi ridotti e con un comfort di marcia ottimale.

      • Schindler 7000

        Gli ascensori Schindler 7000 sono progettati ed installati in tutto il mondo da esperti altamente qualificati, in grado di fornire un livello di servizio e qualità eccellenti.

    • Montacarichi e altre soluzioni
      • Schindler 2400

        Robusto e che possa trasportare carrelli della spesa, persone e merci, senza perdere in eleganza e stile? Schindler 2400 è ciò che fa per te.

      • Schindler 2500

        Funzionalità, affidabilità e precisione. Si tratta di requisiti essenziali per un ascensore progettato in modo specifico per ospedali, cliniche e case di cura.

      • Schindler 2600

        Schindler 2600 è il montacarichi robusto e funzionale, in grado di sopportare grandi carichi e compiti impegnativi. E' l'ideale per centri commerciali, magazzini e impianti industriali.

      • Piattaforma elevatrice

        La piattaforma elevatrice Schindler è la soluzione semplice e pratica per dare accessibilità alla tua casa. Consente di superare agevolmente le barriere presenti negli spazi domestici.

    • Modernizzazioni
      • Panoramica

        Esistono molte buone ragioni per modernizzare un vecchio ascensore non più efficienti. Noi abbiamo le soluzioni giuste.

      • Bonus fiscali

        Il Superbonus 110% è una serie di agevolazioni fiscali che si applicheranno anche agli ascensori dal 1 gennaio 2021.

      • Sostituzione parziale

        L'ascensore dello stabile in cui abiti è "invecchiato", è spesso fuori servizio e quando lo utilizzi non ti senti più sicuro?

      • Schindler 1000 Plus

        Facile da progettare, installare e manutenere: Schindler 1000 Plus è semplice ed elegante, pensato per soddisfare i requisiti di edifici residenziali esistenti.

      • Schindler 3000 Plus

        Schindler 3000 Plus è progettato per offrire la massima flessibilità e adattarsi perfettamente al tuo edificio, in moltissimi contesti residenziali e commerciali, aumentandone il valore e la funzionalità.

      • Schindler 5000 Plus

        Schindler 5000 Plus combina elevate prestazioni con la massima flessibilità per adattarsi perfettamente al tuo edificio - per altezze di corsa fino a 80 m, velocità fino a 2,5 m/s e in gruppi fino a 8 impianti.

      • Schindler Compact

        Schindler Compact è l’ascensore super compatto, progettato per essere installato in edifici con spazi limitati, dove fino ad oggi non è stato possibile prevedere un impianto elevatore.

      • Schindler Custom Fit

        Custom Fit è la soluzione semplice ed intelligente per garantire accessibilità in edifici con vincoli strutturali stringenti, migliorando la qualità della tua vita.

    • Gestione del traffico
      • PORT elevator

        La tecnologia PORT per la gestione dei flussi di transito e per il controllo della destinazione garantisce ai passeggeri di raggiungere la propria destinazione nel minor tempo possibile e con il massimo comfort.

      • myPORT

        myPORT fornisce agli utenti un sistema per accedere e spostarsi all’interno degli edifici comodo, sicuro e smart.

    • Soluzioni Hygienic
      • UV CleanCar

        UV CleanCar è la soluzione più efficace per un’igienizzazione profonda delle superfici più utilizzate all’interno dell’ascensore.

      • UV CleanAir

        UV CleanAir è la soluzione ideale per il riciclo e la pulizia dell’aria nella cabina dell’ascensore.

      • CleanCover

        CleanCover è la soluzione semplice ed efficace per proteggere le pulsantiere dell’ascensore durante le operazioni di pulizia.

      • CleanHand

        CleanHand è la soluzione pratica e veloce per igienizzare le mani prima e dopo l’utilizzo dell’ascensore.

      • Kit informativo utenti

        Per guidare gli utenti al corretto utilizzo degli ascensori minimizzando i rischi di infezione, Schindler propone un pacchetto di comunicazione.

      • Schindler ElevateMe App

        Per garantire ancora più protezione e sicurezza ai nostri Clienti e passeggeri, nasce Schindler ElevateMe, un’App per chiamare l’ascensore direttamente da smartphone.

      • Consigli per un utilizzo sicuro di ascensori ai tempi del COVID-19

        Data l'elevata intensità di utilizzo e la frequenza di passaggio di numerosi utenti in ascensori, è sempre importante però rispettare alcune fondamentali regole igieniche.

    • Digital Media Services
    • Pacchetti
      • Pacchetto Schindler Easy Access

        Tutti i nostri ascensori con in dotazione il pacchetto Easy Access offrono una soluzione completa per la mobilità senza barriere.

      • Pacchetto Schindler Residenziale

        Il nostro Pacchetto Residenziale comprende le giuste soluzioni di mobilità, per contribuire a realizzare uno spazio abitativo confortevole e accogliente, offrendoti sicurezza, design e affidabilità.

      • Pacchetto Schindler Uffici

        Il nostro Pacchetto Uffici offre soluzioni di mobilità verticali efficienti, pensate appositamente per servire al meglio uffici ed edifici commerciali.

      • Pacchetto Schindler Healthcare

        Una gamma completa di funzioni e servizi di mobilità verticale per ospedali, cliniche e strutture sanitarie, pensata per il trasporto di letti, personale medico, pazienti e apparecchiature delicate.

    • Design e opzioni
    • Norme europee EN81-20/50
  • Scale mobili e tappeti mobili
    • Scale mobili
      • Schindler 9300

        Schindler 9300 è la scala mobile versatile. Pensata per spazi commerciali e shopping center, può anche essere adattata per applicazioni nel trasporto pubblico, come aeroporti.

      • Schindler 9700

        Schindler 9700 è la scala mobile appositamente studiata per questi contesti. Grazie alla sua struttura modulare, questa scala mobile può essere adattata a ogni esigenza e speciale requisito del trasporto pubblico.

    • Tappeti mobili
      • Schindler 9500

        Comodo e sicuro il tappeti mobile inclinato Schindler 9500 fa bella mostra di sé soprattutto nei centri commerciali.

      • Schindler 9500 orizzontale

        Scoprite il tappeto mobile orizzontale Schindler 9500, la soluzione ideale per il trasporto pubblico.

    • Modernizzazioni
      • Sostituzione completa

        Sostituisci il tuo vecchio impianto con i nostri prodotti all’avanguardia, le scale mobili Schindler 9300 e Schindler 9700 e il tappeto mobile Schindler 9500.

      • Modernizzazione InTruss

        La soluzione di modernizzazione InTruss di Schindler è altamente innovativa, perché permette di sostituire l’impianto esistente lasciando però intatta la sua struttura portante.

      • KIT di modernizzazione

        Schindler ha sviluppato uno speciale programma di modernizzazione modulare per scale e tappeti mobili, che si compone di "KIT" di sostituzione mirati ad alcuni componenti.

    • Soluzioni Hygienic
      • UV CleanTouch

        UV CleanTouch è il sistema rivoluzionario che garantisce l'igienizzazione costante dei corrimani di scale e tappeti mobili.

      • Kit informativo utenti

        Per guidare gli utenti al corretto utilizzo degli di scale e tappeti mobili, minimizzando i rischi di infezione, Schindler ha pensato a dei kit di comunicazione dedicati.

      • Consigli per un utilizzo sicuro di scale mobili ai tempi del COVID-19

        Data l'elevata intensità di utilizzo e la frequenza di passaggio di numerosi utenti su scale mobili, è sempre importante però rispettare alcune fondamentali regole igieniche.

  • Assistenza e manutenzione
  • Job e Carriere
    • Panoramica
    • Chi siamo
      • Persone

        Tutti i Collaboratori Schindler contribuiscono attivamente allo sviluppo delle città attraverso soluzioni di mobilità urbana innovative. Lavorare in Schindler significa aiutare a rendere migliore il mondo di oggi e di domani.

      • Società

        Aiutaci a trasformare il mondo di domani. Cerchiamo nativi digitali di talento, pronti a rispondere alle sfide della mobilità urbana.

      • I nostri valori

        Our values are the foundation of everything we do, and allow us to remain a leading global player in the elevator and escalator industry.

      • Diversity ed inclusione

        Siamo convinti che creare Team diversificati ed inclusivi ci permetta di diventare sempre più creativi, innovativi ed efficienti.

      • Indicatori di performance

        Scopri i numeri e i dati che rendono grande Schindler.

    • Perché Schindler
      • Retribuzione e benefit

        Un salario in linea con le tue competenze e capacità è solo uno dei molti vantaggi che possiamo offrirti. Scopri di più sul pacchetto retributivo Schindler.

      • Work-life balance

        Trovare il giusto equilibrio tra vita professionale e vita privata può essere difficile. Per questo motivo ci impegniamo a proporre una cultura aziendale moderna e flessibile, appositamente pensata per soddisfare le diverse esigenze dei nostri collaboratori nel coniugare lavoro e vita privata.

      • Training e formazione

        Per mantenere sempre attuale il nostro retaggio di precisione ingegneristica svizzera offriamo a tutti i nostri Collaboratori - a qualsiasi livello - una formazione costante.

      • Career development program

        In Schindler, i giovani talenti più promettenti possono intraprendere un viaggio multidisciplinare e sviluppare un percorso professionale trasversale.

      • Carriere internazionali

        Con Schindler il tuo percorso professionale può diventare internazionale. Ricoprire un ruolo all'estero è il modo per sviluppare i nostri migliori talenti.

    • Chi cerchiamo
      • Professionisti con esperienza

        Che tu sia un tecnico ascensorista o un ingegnere, abbiamo bisogno di talenti con maturità e capacità. Professionisti con esperienza che facciano grande la nostra Azienda.

      • Giovani e neolaureati

        Scopri le possibilità di lavoro per giovani e laureati in Schindler - per tante diverse aree di interesse.

    • Posizioni Aperte
  • Segmenti
  • Storie di successo
  • Innovazioni
  • Media
  • Area Fornitori
  • Chi siamo
  • Contatti
Configuratore

Bonus fiscali

Modernizzare l’ascensore di casa o installare un nuovo impianto in un edificio che ne è privo è ancora più vantaggioso usufruendo delle attuali agevolazioni fiscali. Scopri di più!

Rinnovare a metà prezzo

La Qualità Schindler oggi ancora più conveniente!

Quanto costa un nuovo ascensore? Qualunque sia il prezzo, con lo Sconto in Fattura del 50%, la metà la paghi zero. L’altra metà puoi pagarla a rate senza interessi. Cosa aspetti? Approfittane subito!

Sconto in Fattura

Usufruisci subito dello Sconto in Fattura pari al 50%* dell’importo dovuto per l’intervento di sostituzione completa, manutenzione straordinaria o installazione dell’ascensore in un edificio che ne è privo.

Grazie al Decreto Rilancio** e alle nuove disposizioni in merito alla detrazione IRPEF spettante per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, puoi cedere il credito d’imposta usufruendo di uno sconto immediato in fattura pari al 50%* dell’importo totale dovuto (IVA compresa).

* Lo Sconto in Fattura si applica al 50% o comunque nella misura massima consentita dalla normativa fiscale vigente alla data del perfezionamento della cessione del credito erariale.
** Decreto Legge 19 maggio 2020, n. 34 (cd. Decreto Rilancio), convertito con modificazione dalla legge 17 luglio 2020, n. 77. Per maggiori informazioni, consultare il sito web dell’ Agenzia delle Entrate.

Finanziamento a interessi zero

Con il nostro finanziamento a condizioni agevolate l'altra metà della spesa diventa più leggera. Potrai infatti dilazionare nel tempo il pagamento del restante 50%* dell’importo a interessi zero (TAN 0,00%, TAEG massimo 4,34%) fino a 36 mesi, con prima rata a 60 giorni dalla firma dell’ordine. Importo minimo finanziabile € 5.000,00 (spesa complessiva massima per singolo condomino partecipante al finanziamento € 10.000,00, con impegno mensile massimo procapite di € 180,00).

Esempio riferito all’offerta: € 35.000,00 in 36 rate da € 975,00 – TAN 0,00% TAEG 0,44%. Il TAN (Tasso annuale nominale) indica la misura degli interessi dovuti sul prestito, il TAEG (Tasso annuo effettivo globale) rappresenta il costo totale del credito espresso in percentuale annua e include: spese di istruttoria € 100,00, imposta di bollo su finanziamento € 16,00, spese di incasso rate € 3,30 cadauna. Importo totale dovuto dal Cliente: € 35.234,80.

Messaggio con finalità promozionale. Fac simile del contratto di finanziamento, fogli informativi e informazioni precontrattuali sono disponibili sul sito web di Sella Personal Credit S.p.A. (Gruppo Banca Sella) nella sezione Trasparenza > Prestiti finalizzati. Salvo approvazione della società finanziaria convenzionata con Schindler S.p.A. Per durate del finanziamento superiori ai 36 mesi, consultare il referente commerciale Schindler.


Download


Cosa aspetti? Approfittane subito!

Contattaci per trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze.

Interventi per l’eliminazione di barriere architettoniche

La Legge di Bilancio 2022 ha introdotto delle novità in tema di benefici fiscali, con particolare riferimento agli interventi di cui all’art. 119-ter del DL n. 34/2020 (Decreto Rilancio). Le nuove disposizioni si affiancano a quelle già vigenti che disciplinano le detrazioni spettanti per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio.

Così come per gli altri bonus edilizi, anche per gli interventi di eliminazione delle barriere architettoniche in edifici già esistenti, è possibile optare, in luogo della fruizione diretta della detrazione, per un contributo anticipato sotto forma di sconto dal fornitore dei beni o servizi (cd. “sconto in fattura”) o, in alternativa, per la cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante.

In particolare, con riferimento alle spese sostenute dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2022 per la realizzazione di interventi direttamente finalizzati al superamento e all'eliminazione di barriere architettoniche in edifici già esistenti, è riconosciuta una detrazione del 75% ai sensi dell’art.119-ter del Decreto Rilancio: i beneficiari di questa detrazione possono optare per lo sconto in fattura o per la cessione del credito ai sensi dell’art. 121 del Decreto Rilancio.

Scopri di più sullo Sconto in Fattura 75%

Possono fruire della detrazione tutti i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) e all’imposta sul reddito delle società (IRES), residenti o meno nel territorio dello Stato.

La detrazione spetta ai soggetti che possiedono o detengono, sulla base di un titolo idoneo, gli immobili oggetto degli interventi, a condizione che ne sostengano le relative spese.

Tali soggetti sono:

  • le persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni
  • gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale
  • le società semplici
  • le associazioni tra professionisti
  • i soggetti che conseguono reddito d’impresa (persone fisiche, enti, società di persone, società di capitali), ad esclusione dei casi in cui gli interventi riguardi-no unità immobiliari singolarmente accatastate.

L’agevolazione è applicabile per:

  • Edifici unifamiliari
  • Unità immobiliari, situate all’interno di edifici plurifamiliari, funzionalmente indipendenti e con uno o più accessi autonomi dall'esterno
  • Edifici composti da due o più unità immobiliari

Ai fini dell'accesso alla detrazione, deve trattarsi di interventi direttamente finalizzati al superamento e all'eliminazione di barriere architettoniche in edifici già esistenti.

Gli interventi devono riguardare opere che presentino le caratteristiche tecniche previste dal D.M. 236/1989, in assenza dei quali non possono essere qualificati come interventi di abbattimento delle barriere architettoniche.

La detrazione in esame spetta anche per gli interventi di automazione degli impianti degli edifici e delle singole unità immobiliari funzionali ad abbattere le barriere architettoniche nonché, in caso di sostituzione dell'impianto, per le spese relative allo smaltimento e alla bonifica dei materiali e dell'impianto sostituito.

Quanto alle spese agevolabili, in analogia con gli altri bonus fiscali edilizi con simili caratteristiche, è ragionevole considerarvi incluse:

  • lavorazioni direttamente afferenti all’intervento principale agevolato
  • altre opere accessorie correlate, strettamente necessarie al completamento dell’intervento principale agevolato
  • spese tecniche
  • IVA, per i contribuenti non soggetti IVA (es. i privati)

Il riferimento è la normativa DM 236/89, nello specifico il punto 8.1.12, in cui vengono elencate le caratteristiche tecniche principali che ascensori, montacarichi e piattaforme elevatrici devono possedere per essere considerati ai fini dell’eliminazione delle barriere architettoniche:

  • Cabina: dimensioni minime 1,20 m profondità x 0,80 m larghezza
  • Luce netta minima porta: 0,75 m posta sul lato corto
  • Spazio minimo anteriormente alla porta della cabina: 1,40 m x 1,40 m
  • Porte di cabina e di piano: con apertura automatica
  • Arresto al piano: con auto-livellamento con tolleranza massima +/-2cm
  • Stazionamento cabina al piano: a porte chiuse
  • Bottoniere interne ed esterne: posizionate ad altezza massima compresa tra 1,10 m e 1,40 m con numerazione in rilievo e in Braille
  • In cabina deve essere presente un sistema di comunicazione bi-direzionale e una luce d’emergenza
  • Segnalazione sonora dell’arrivo al piano

Per le spese documentate sostenute dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2022 per la realizzazione di interventi direttamente finalizzati al superamento e all'eliminazione di barriere architettoniche in edifici già esistenti è riconosciuta una detrazione – da ripartire tra gli aventi diritto in cinque quote annuali di pari importo – nella misura del 75 per cento delle spese sostenute, da calcolarsi su un ammontare complessivo non superio-re a:

  • 50.000 euro per gli edifici unifamiliari o per le unità immobiliari situate all'interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall'esterno;
  • 40.000 euro moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l'edificio per gli edifici composti da 2 a 8 unità immobiliari;
  • 30.000 euro moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l'edificio per gli edifici composti da più di 8 unità immobiliari.

Il limite di spesa ammesso alla detrazione è annuale e riguarda il singolo immobile.

Nell’ipotesi in cui gli interventi realizzati in ciascun anno consistano nella mera prosecuzione di lavori iniziati negli anni precedenti sulla stessa unità immobiliare, ai fini della determinazione del limite massimo delle spese ammesse in detrazione occorre tenere conto anche delle spese sostenute negli anni pregressi.

Nel caso di interventi di recupero edilizio che comportino l’accorpamento di più unità abitative o la suddivisione in più immobili di un’unica unità abitativa, per l’individuazione del limite di spesa vanno considerate le unità immobiliari censite in Catasto all’inizio degli interventi edilizi e non quelle risultanti alla fine dei lavori.

La detrazione spetta:

  • alle persone fisiche, nel periodo di imposta in cui le spese sono sostenute (anche se il pagamento viene eseguito in un periodo d’imposta antecedente a quello in cui sono iniziati i lavori o successivo a quello in cui i lavori sono completati);
  • alle persone giuridiche, nel periodo di imposta in cui vengono ultimati i lavori, a prescindere dalla data del pagamento.

Superbonus 110% e ascensori

Il Superbonus 110% è un insieme di agevolazioni fiscali valido per interventi di riqualificazione energetica e sismica degli immobili residenziali. Non tutti sanno però che dal 1° gennaio 2021 il Superbonus 110% è applicabile anche agli ascensori, come misura fondamentale per favorire l’abbattimento delle barriere architettoniche e migliorare l’accessibilità delle nostre abitazioni.

Superbonus 110%: di cosa si tratta?

Il Superbonus 110% è una misura di incentivazione introdotta dal "Decreto Rilancio" (Decreto Legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito con modificazione dalla legge 17 luglio 2020, n. 77), che punta a rendere più efficienti e sicure le nostre abitazioni.

Il Superbonus consiste in una detrazione fiscale del 110% e si suddivide in due tipologie di interventi:

  • Ecobonus, che agevola i lavori di efficientamento energetico
  • Sismabonus, che incentiva quelli di adeguamento antisismico

Superbonus: come si applica all’ascensore?

Dal 1° gennaio 2021, rientrano tra i lavori cosiddetti "trainati" anche gli interventi finalizzati all’abbattimento delle barriere architettoniche e al miglioramento dell’accessibilità degli edifici, nello specifico:

  • l’installazione di ascensori, montacarichi e piattaforme elevatrici
  • la realizzazione di strumenti attraverso la comunicazione, la robotica e ogni altro mezzo di tecnologia più avanzata che favoriscano la mobilità interna ed esterna all’abitazione per persone disabili

Occorre tener presente che, affinché ascensori, montacarichi e piattaforme elevatrici possano rientrare tra gli interventi trainati, è essenziale che essi rispettino i requisiti previsti della legge in materia di accessibilità ai disabili, vale a dire il Decreto ministeriale 14 giugno 1989 n. 236, noto come DM 236/89 per Eliminazione delle Barriere Architettoniche.

Quali caratteristiche tecniche deve avere l’ascensore per rientrare nel Superbonus 110%?

Il riferimento è la normativa DM 236/89, nello specifico il punto 8.1.12, in cui vengono elencate le caratteristiche tecniche principali che ascensori, montacarichi e piattaforme elevatrici devono possedere per essere considerati ai fini dell’eliminazione delle barriere architettoniche:

  • Cabina: dimensioni minime 1,20 m profondità x 0,80 m larghezza
  • Luce netta minima porta: 0,75 m posta sul lato corto
  • Spazio minimo anteriormente alla porta della cabina: 1,40 m x 1,40 m
  • Porte di cabina e di piano: con apertura automatica
  • Arresto al piano: con auto-livellamento con tolleranza massima +/-2cm
  • Stazionamento cabina al piano: a porte chiuse
  • Bottoniere interne ed esterne: posizionate ad altezza massima compresa tra 1,10 m e 1,40 m con numerazione in rilievo e in Braille
  • In cabina deve essere presente un sistema di comunicazione bi-direzionale e una luce d’emergenza
  • Segnalazione sonora dell’arrivo al piano

I requisiti anagrafici o di disabilità sono vincolanti ai fini dell’installazione di un ascensore come intervento trainato al 110%?

Rispetto alla prima formulazione del Superbonus 110%, un’importante novità riguardante l’eliminazione delle barriere architettoniche attraverso l’installazione di impianti elevatori è il superamento del requisito anagrafico e della condizione di disabilità grave, introdotta dalla circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 19 dell’8 luglio 2020 e ribadita nella risposta all’interrogazione parlamentare n. 5-05839 del 29 aprile 2021.

L’agevolazione fiscale spetta dunque per le spese sostenute per gli interventi che presentano le caratteristiche previste dalla specifica normativa di settore applicabile ai fini dell’eliminazione delle barriere architettoniche (DM 236/89), indipendentemente dalla presenza o meno di over 65 o disabili nell’unità immobiliare o nell’edificio oggetto degli interventi.

In altre parole, a fare testo sono le caratteristiche dell’edificio e non l’età o le eventuali condizioni di disabilità dei residenti nell'immobile.

Scopri di più sul Superbonus 110%

Ecobonus

Per poter godere dell’Ecobonus è necessario effettuare almeno un intervento cosiddetto "trainante". Gli interventi trainanti possono essere:

  • Isolamento termico dell’involucro dell’edificio, che sia plurifamiliare o unifamiliare
  • Sostituzione degli impianti termici con impianti centralizzati
  • Sostituzione degli impianti termici su edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari site all’interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall’esterno.

Una volta deciso almeno uno degli interventi "trainanti", il beneficiario può effettuare anche alcuni interventi cosiddetti "trainati", come ad esempio la sostituzione degli infissi, le schermature solari, l’installazione di impianti fotovoltaici, dei sistemi di accumulo, delle colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici, degli impianti di domotica, l’eliminazione delle barriere architettoniche.

Per usufruire del Bonus al 110%, è fondamentale che l’insieme degli interventi trainanti e trainati porti ad un miglioramento di almeno due classi energetiche – o al raggiungimento della massima classe di efficienza – dell’edificio o dell’unità immobiliare sita all’interno di edifici plurifamiliari, che sia funzionalmente indipendente e disponga di uno o più accessi autonomi dall’esterno.

Sismabonus

Per poter godere del Sismabonus è sufficiente eseguire un intervento di adeguamento antisismico. In questo caso, è possibile usufruire della detrazione al 110% anche per l’installazione di impianti fotovoltaici, sistemi di accumulo, ecc., incluso l’abbattimento delle barriere architettoniche attraverso l'installazione di ascensori e piattaforme elevatrici, come introdotto a maggio 2021 dal cosiddetto "Decreto Semplificazioni" (Decreto Legge 31 maggio 2021, 77, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 129 del 31 maggio 2021).

Per poter godere della detrazione al 110% l’edificio deve essere situato nelle zone sismiche 1, 2, 3.

Possono usufruire del Superbonus

  • Condomìni
  • Persone fisiche, al di fuori dell’attività di impresa, che vivono in edifici composti da due a quattro unità immobiliari distintamente accatastate possedute da un unico proprietario o in comproprietà, in edifici unifamiliari o in unità immobiliari site all’interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall’esterno.
  • Istituti autonomi case popolari (IACP)
  • Cooperative di abitazione a proprietà indivisa
  • Organizzazioni non lucrative di utilità sociale
  • Organizzazioni di volontariato
  • Associazioni di promozione sociale
  • Associazioni e società sportive dilettantistiche
  • Collegi e convitti, ospizi, conventi e seminari, caserme, case di cura e ospedali con e senza fine di lucro (categorie catastali B/1, B/2 e D/4)*.

* Come introdotto dal “Decreto Semplificazioni” (Decreto Legge 31 maggio 2021, 77, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 129 del 31 maggio 2021).

Il Decreto Legge n. 59, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 6 maggio 2021, "Misure urgenti relative al Fondo complementare al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e altre misure urgenti per gli investimenti", ha prorogato i termini di validità del Superbonus 110% rispetto ai precedenti.

Esso prevede che

  • per gli interventi effettuati da persone fisiche (al di fuori dell'esercizio di attività di impresa, arte o professione, con riferimento agli interventi su edifici composti da 2 a 4 unità immobiliari distintamente accatastate, anche se posseduti da un unico proprietario o in comproprietà da più persone fisiche), per i quali alla data del 30 giugno 2022 siano stati effettuati lavori per almeno il 60% dell'intervento complessivo, il Superbonus 110% spetta anche per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2022;
  • i condomìni possano usufruire del bonus del 110% fino al 31 dicembre 2022 senza che sussistano le condizioni precedentemente vigenti, ovvero che i lavori in condominio fossero stati realizzati per almeno il 60% al 30 giugno 2022. In altre parole, il DL dispone la proroga al 31 dicembre 2022 senza alcuna condizione;
  • per gli istituti autonomi case popolari il DL ha disposto la proroga al 30 giugno 2023 senza condizioni. Inoltre, se alla data del 30 giugno 2023 gli ex-IACP hanno effettuato lavori per almeno il 60% dell'intervento complessivo, la detrazione del 110% spetta anche per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2023;
  • per gli edifici unifamiliari, la scadenza ad oggi vigente è quella del 31 dicembre 2022; 
  • al momento è previsto che il superbonus 110% diventi 70% nel 2024 e 65% nel 2025.

A seconda dell’anno di sostenimento della spesa, cambia la suddivisione della detrazione negli anni:

  • per le spese sostenute nel 2020 e nel 2021 la detrazione va suddivisa in 5 rate di pari ammontare
  • per le spese effettuate nel 2022 la detrazione deve essere ripartita in 4 rate di pari ammontare

In alternativa alla fruizione diretta della detrazione, è possibile optare per un contributo anticipato sotto forma di sconto praticato dai fornitori dei beni o servizi ("sconto in fattura") o per la cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante.

La cessione può essere disposta in favore:

  • dei fornitori dei beni e dei servizi necessari alla realizzazione degli interventi
  • di altri soggetti (persone fisiche, anche esercenti attività di lavoro autonomo o d’impresa, società ed enti)
  • di istituti di credito e intermediari finanziari

Il credito erariale oggetto di cessione, potrà essere a sua volta ceduto un’altra sola volta.


Cosa aspetti? Approfittane subito!

Contattaci per trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze.